SCUOLA DI COMUNITA’

fondo

FSE

codice procedura di attivazione

oggetto

Scuola di Comunità

tipologia di beneficiari

Soggetti del terzo settore, istituti scolastici, enti pubblici

data di pubblicazione

02/11/2017

data di scadenza

18/12/2017

06/12/2018 – Rettifica graduatoria definitiva e nuova ammissione a finanziamento
10/06/2018 – Graduatoria provvisoria progetti ammissibili 


Oggetto
Tale Avviso, al fine di diffondere la cultura della legalità e contrastare dispersione scolastica, finanzia la realizzazione di interventi tesi a potenziare l’apprendimento sociale e culturale di giovani, in particolare di quelli appartenenti a nuclei familiari in condizione di svantaggio.
Si intende, infatti, favorire la sperimentazione di un modello integrato di presa in carico e di accompagnamento educativo, coinvolgendo, altresì, l’insieme di soggetti che, a vario titolo, si occupano dei ragazzi, a partire dalle famiglie, con l’attribuzione di una premialità alle proposte progettuali che coinvolgano almeno un Istituto scolastico ubicato nelle aree di grave esclusione sociale e culturale, come individuate dall’Allegato 1 alla circolare del MIUR, prot. n.AOODGAI/11666 del 31.07.2012.

Beneficiari/Soggetti proponenti
– 1 Soggetto del terzo settore, come sopra definito, con il ruolo di capofila:
– iscritto negli appositi registri regionali o nazionali, ove previsti, oppure in possesso della
personalità giuridica, attribuita ai sensi del D.P.R. 361/2000 e s.m.i.;
– che abbia sede operativa in regione Campania;
– che abbia finalità statutarie coerenti con gli obiettivi del presente Avviso, ed esperienza
documentata almeno triennale nei processi socioeducativi a favore dei minori;

– 4 Istituti Scolastici, con sede nel territorio della regione Campania.

Possono aderire al partenariato altri soggetti del terzo settore, enti pubblici locali, enti di promozione dello sport ed associazioni sportive e associazioni antiracket ed antiusura.

Destinatari
Alunni degli Istituti Scolastici, così come individuati all’art. 3 dell’Avviso, in particolare quelli in condizione di svantaggio sociale ed economico, e le famiglie di appartenenza. Gli Istituti Scolastici individuano i ragazzi ed i nuclei familiari a maggiore rischio di esclusione sociale coinvolti nelle attività progettuali.

Tipologia di azioni
a) educazione alla legalità e supporto scolastico;
b) sostegno alla genitorialità;
c) animazione territoriale

Durata
Tali interventi, pena l’esclusione, devono avere una durata minima di 24 mesi ed una durata massima di 30 mesi dalla sottoscrizione dell’Atto di concessione.

Entità del finanziamento
Ciascuna proposta progettuale è finanziata fino ad un importo massimo di €. 183.000,00, ripartito nelle seguenti tre azioni:

– azione a) educazione alla legalità e supporto scolastico (max a €. 102.000,00, a valere sull’azione 9.6.5);

– azione b) sostegno alla genitorialità (max €. 66.500,00, a valere sull’azione 9.1.2);

– azione c) animazione territoriale (max €. 14.500,00, a valere sull’azione 9.6.5).

Termini e modalità di presentazione della domanda
Le proposte progettuali, pena l’esclusione, devono essere presentate dal soggetto capofila del raggruppamento, esclusivamente a mezzo della PEC istituzionale del soggetto capofila stesso, all’indirizzo scuoladicomunita@pec.regione.campania.it entro e non oltre le ore 24.00 del 45° giorno a decorrere dal giorno successivo dalla data di pubblicazione del presente Avviso sul BURC della Regione Campania. Nel caso in cui la data di scadenza coincida con un giorno festivo, la stessa si intende prorogata automaticamente al giorno feriale successivo.
L’oggetto della PEC deve, a pena di esclusione, identificare, inequivocabilmente, l’Avviso pubblico: “POR Campania FSE 2014-2020 – Scuola di Comunità”.
Ciascuna proposta progettuale deve, a pena di esclusione, essere presentata utilizzando la modulistica allegata all’Avviso, compilata e sottoscritta in tutte le parti previste e comprendere i documenti elencati all’Art. 7 dell’Avviso.

Asse, Priorità di Investimento, OS, Azione
Asse II
Priorità di Investimento 9i, OS 6, Azione 9.1.2.;
Priorità di Investimento 9vi, OS 11, Azione 9.6.5.

Responsabile del Procedimento
Il Responsabile Unico del Procedimento è la dott.ssa Fortunata Caragliano, Direttore Generale della D.G. 50.05
“Politiche Sociali e Socio-Sanitarie”.

Info
Per informazioni, gli interessati possono rivolgersi alla Direzione Generale per le Politiche Sociali e SocioSanitarie, chiamando al numero telefonico 0817963941 nei giorni di martedì e giovedì, dalle ore 11.00 alle ore 13.00.

La presente è una descrizione sintetica e non esaustiva dell’Avviso. Le informazioni complete sono reperibili dalla documentazione qui allegata (in formato .pdf e.doc)