PROGETTI DI ADOZIONE SOCIALE PER LE VITTIME DI USURA ED ESTORSIONE – SECONDA EDIZIONE

fondo

FSE

codice procedura di attivazione

oggetto

Promozione dell’erogazione di servizi rivolti a soggetti sovraindebitati e/o vittime di reati di usura ed estorsione attraverso il finanziamento di Progetti di Adozione Sociale

tipologia di beneficiari

Associazioni e organizzazioni antiracket ed antiusura

data di pubblicazione

26/02/2018

data di scadenza

01/01/1970

10/07/2018 – DD n. 43 – DG 9 del 03/07/2018: Approvazione graduatoria definitiva

16/05/2018 – DD n. 35 DG 9 del 11/05/2018: Approvazione graduatoria provvisioria

10/04/2018 – DD n. 29 DG 9 del 10/04/2018: Nomina Commissione di Valutazione


Oggetto
Promozione dell’erogazione di servizi rivolti a soggetti sovraindebitati e/o vittime di reati di usura ed estorsione attraverso il finanziamento di Progetti di Adozione Sociale.

Beneficiari/ Soggetti proponenti
Associazioni e organizzazioni antiracket ed antiusura previste dall’art. 15, comma 4, della legge n. 108/96 e dall’art. 13, comma 2, della Legge n. 44/99, iscritte in apposito elenco presso le Prefetture ai sensi del Decreto del Ministero dell’Interno 30 novembre 2015, n. 223 “Regolamento recante modifiche al decreto 24 ottobre, n. 220, in materia di iscrizione agli elenchi provinciali delle associazioni e organizzazioni antiracket ed antiusura”. Senza scopo di lucro. Sede legale in Campania.
Possono presentare proposte progettuali anche i soggetti ammessi a finanziamento con D.D. n. 62 del 13/10/2017 nell’ambito dell’Avviso pubblico “Progetti di adozione sociale per le vittime di usura ed estorsione” approvato con D.D. n. 17 del 30/06/2017, purché la nuova proposta progettuale intervenga su contesti territoriali della regione Campania diversi da quelli del progetto già finanziato. Il mancato rispetto della condizione di cui sopra costituisce motivo di esclusione.

Destinatari
Operatori economici e/o cittadini che abbiano una condizione di particolare vulnerabilità e fragilità sociale in quanto vittime di reati di estorsione e di usura o in condizione di sovraindebitamento, residenti nella regione Campania.

Durata
Max 30 mesi, a partire dalla data di sottoscrizione dell’atto di concessione.

Articolazione della proposta progettuale
Proposta progettuale indicante: strategia complessiva, destinatari coinvolti, tipologia e modalità di realizzazione delle azioni previste; dovrà indicare, inoltre, il cronoprogramma delle attività, con l’articolazione delle diverse fasi e dei risultati connessi, nonché la metodologia di sostenibilità del progetto (Allegato 2).
Azioni obbligatorie:
1. Realizzazione del Piano di Comunicazione finalizzato alla diffusione delle attività previste dal progetto 2. Erogazione di servizi di adozione sociale in favore delle vittime di usura o di estorsione secondo le seguenti fasi:
– 2.1 Presa in carico
– 2.2 Progetto individualizzato con servizi di: a) Counseling legale, b) Counseling amministrativo/commerciale, bancario e d’impresa con esclusione dei casi in cui interviene il cosiddetto reato di usura bancaria, c) Counseling psicologico
– 2.3 Tutoraggio e monitoraggio

Entità del contributo
Max € 180.000,00 così suddivisi:
– fino a € 18.000,00 per l’azione 1 (piano di comunicazione)
– fino a € 162.000,00 per l’azione 2 (erogazione di servizi)
La dotazione finanziaria dell’intervento è pari a € 1.781.730,00.

Modalità di erogazione del contributo
– una prima anticipazione pari al 40% dell’importo ammesso a finanziamento
– una seconda anticipazione pari al 40% dell’importo ammesso a finanziamento
– saldo finale provvisorio nella misura del restante 20%.

Termini e modalità di presentazione della domanda
Le proposte progettuali, pena l’esclusione, devono essere presentate a mezzo PEC, all’indirizzo us09@pec.regione.campania.it entro e non oltre le ore 24.00 del 30° giorno a decorrere dal giorno successivo dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURC della Regione Campania. Nell’oggetto della PEC dovrà essere indicata, pena l’esclusione, la dicitura “Avviso Pubblico Progetti di adozione sociale per le vittime di usura ed estorsione – seconda edizione – P.O.R. Campania FSE 2014-2020 – Obiettivo Specifico 11 – Azione 9.6.2”. Ciascuna proposta progettuale deve essere presentata, a pena di esclusione, utilizzando la modulistica allegata all’Avviso, compilata e sottoscritta in tutte le parti previste e comprendere i seguenti documenti:
✓ copia leggibile del documento di identità in corso di validità del legale rappresentante del soggetto proponente;
✓ domanda di partecipazione, sottoscritta da legale rappresentante del soggetto proponente (All. 1);
✓ formulario di presentazione del progetto, sottoscritto dal legale rappresentante del soggetto proponente (All. 2);
✓ piano dei costi, sottoscritto dal legale rappresentante del soggetto proponente (All. 3);
✓ dichiarazione di affidabilità giuridico-economica-finanziaria resa e sottoscritta, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, dal rappresentante legale del soggetto proponente (All. 4).
La non conformità della richiesta di partecipazione ai termini e alle modalità indicate costituisce motivo di esclusione. La mancanza o l’incompletezza di uno o più documenti costituiscono in ogni caso motivo di esclusione dalla procedura.

 

Asse, Priorità di investimento, OS, R.A., Azione
Asse II – Priorità di investimento 9.VI – Obiettivo Specifico 11 – R.A. 9.6 – Azione 9.6.2.

Responsabile del Procedimento
Emma Guerriero – Ufficio per il Federalismo e dei Sistemi Territoriali e della Sicurezza Integrata

Info
emma.guerriero@regione.campania.it

La presente è una descrizione sintetica e non esaustiva dell’Avviso. Le informazioni complete sono reperibili dalla documentazione qui allegata.