Finanziamento di percorsi di formazione volti all’orientamento alle professioni

fondo

FSE

codice procedura di attivazione

oggetto

Finanziamento di percorsi di formazione volti all'orientamento alle professioni

tipologia di beneficiari

Università o istituto di istruzione universitaria abilitato al rilascio di titoli accademici, Ordini professionali e collegi, Associazioni di cui alla legge n. 4/2013

data di pubblicazione

25/01/2017

data di scadenza

24/03/2017

Oggetto
Finanziamento di progetti formativi curriculari presentati dalle università e volti ad avvicinare i giovani alle professioni tramite esperienze formative in partenariato con ordini professionali e collegi ed  associazioni.

Beneficiari – Soggetti proponenti
Università o istituto di istruzione universitaria abilitato al rilascio di titoli accademici, Ordini professionali e collegi, Associazioni di cui alla legge n. 4/2013.
L’Università promotrice dovrà, obbligatoriamente, risultare quale soggetto capofila di apposito partenariato, organizzato, costituito, oltre che eventualmente con altre Università, con almeno uno dei seguenti soggetti aventi sede in Regione Campania:  Ordini professionali e collegi;  Associazioni di cui alla legge n. 4/2013.

Destinatari – Tirocinanti
Studente universitario non occupato (ivi compresi gli iscritti a master universitari e a corsi di dottorato), residente o domiciliato in Campania; – Con età compresa fra i 18 e 35 anni. Nel caso di soggetto disabile, di cui alla Legge 68/99, non vi sono limiti massimi di età; – Iscritto presso l’Università che aderisce al partenariato nell’anno accademico in cui si svolgono le selezioni; – non avere in corso o aver avuto un rapporto di lavoro autonomo, subordinato o parasubordinato con il Soggetto ospitante; – non avere rapporti di parentela o affinità sino al 3^ grado con persone facenti parte dell’organo di governo del Soggetto ospitante o che detengano quote di capitale sociale tali da esercitare un’influenza dominante sul Soggetto ospitante; – non beneficiare di altra borsa di studio o di ricerca; – impegnarsi ad effettuare almeno il 70% delle presenze previste per le attività di tirocinio.

Soggetti ospitanti 
Possono candidarsi a essere Soggetto ospitante:
Professionista, studio professionale singolo o in forma associata, ordini professionali, collegi, Associazioni di cui alla legge n. 4/2013, impresa o altro soggetto privato e che possiedono i seguenti requisiti:

– avere sede legale e/o operativa nella Regione Campania; – essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, assicurandone l’applicazione anche ai tirocinanti ivi ospitati; – essere in regola con la normativa di cui alla legge n. 68 del 1999 per il diritto al lavoro dei disabili; – non avere effettuato licenziamenti nella medesima unità operativa per attività equivalenti a quelle del tirocinio nei dodici mesi precedenti l’attivazione del tirocinio stesso, fatti salvi quelli per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo e fatti salvi specifici accordi sindacali con le organizzazioni territoriali più rappresentative; – non avere in atto nella medesima unità operativa procedure di cassa integrazione straordinaria o in deroga per attività equivalenti a quelle del tirocinio; – non utilizzare il tirocinante per lo svolgimento di funzioni che non rispettino gli obiettivi formativi del tirocinio stesso; – non utilizzare il tirocinante per sostituire contratti a termine, per sostituire il personale nei periodi di malattia, maternità o ferie, né per ricoprire ruoli necessari alla propria organizzazione; – Non ospitare più di due soggetti ai sensi del presente avviso – essere tenuto ad assicurare il tirocinante contro gli infortuni sul lavoro e per la responsabilità civile presso terzi (il costo dell’assicurazione non è incluso nell’indennità di partecipazione spettante al tirocinante); Il tirocinio può essere realizzato anche nel caso in cui il Soggetto ospitante non abbia dipendenti a tempo indeterminato.
Tra i compiti della struttura ospitante vi sono:
– nomina del Tutor Aziendale;
– comunicazione dell’avvio delle attività presso la propria struttura;
– corresponsione dell’indennità di partecipazione al tirocinante.

Entità del finanziamento
L’importo massimo previsto per ciascun progetto è pari a un massimo di € 200.000,00 euro. Ogni proposta progettuale deve prevedere il coinvolgimento di minimo di n. 30 e l’indennità di partecipazione da corrispondere al tirocinante è pari ad € 500,00 lordi mensili per un massimo di € 3.000,00; nel caso di soggetti disabili è pari a € 500,00 lordi mensili per un massimo di € 6.000,00.

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni
La domanda di ammissione al contributo, conformemente al modello allegato, debitamente datata e sottoscritta, completa degli allegati , potrà essere presentata a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul BURC e fino ai 60 giorni successivi.
Le domande dovranno essere presentate a mano presso l’Ufficio Protocollo della Direzione Generale Università, Ricerca e Innovazione della Regione Campania Via Don Bosco 9/E – Napoli. I progetti possono essere altresì spediti a mezzo raccomandata mediante A/R, a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso sul BURC e dovranno pervenire entro il 60° giorno successivo alla data di pubblicazione al seguente indirizzo: Direzione Generale per l’Università, la Ricerca e l’Innovazione della Regione Campania – Via Don Bosco n. 9/E –Napoli.
Scadenza presentazione domande: 24 marzo 2017

Asse, Priorità di investimento, OS, R.A., Azione
Asse III- Obiettivo Specifico 14

Entità del finanziamento: 1,5 milioni di euro

Responsabile del Procedimento
dott.ssa Galasso Norma
E-mail del Responsabile del procedimento: norma.galasso@regione.campania.it

La presente è una descrizione sintetica e non esaustiva dell’Avviso. Le informazioni complete sono reperibili dalla documentazione qui allegata